• it
  • en
ACCADDE OGGI - L'11 dicembre 1967, muore a Montpelier il compositore Richard Stöhr

CelloFest, il nuovo Cello Festival in Finlandia


 

Helsinki, la capitale della Finlandia, dall’1 al 7 febbraio sarà la sede del CelloFest, la prima edizione del nuovo Festival Violoncellistico Internazionale in Finlandia. Questa prima edizione del CelloFest ha l’obiettivo di far conoscere al pubblico non solo la grande nuova generazione di violoncellisti finlandesi e i migliori studenti della Sibelius Academy, ma anche musicisti provenienti da tutto il mondo.

CelloFest è organizzato dal violoncellista finlandese, già insegnante della Sibelius Academy, e dalla violoncellista francese Laura Martin, in collaborazione con la Sibelius Academy.

“Il violoncello è lo strumento solista più amato dagli appassionati di musica, questo è stato confermato da molti sondaggi. Da Pablo Casals e Rostropovich fino a Yo-Yo Ma, i violoncellisti sono stati in grado di coinvolgere molte differenti tipologie di pubblico, molto più di quanto non abbiano fatto altri solisti.” (Martii Rousi)

Martti Rousi è uno dei più significativi violoncellisti della sua generazione, conosciuto sia come solista che come didatta. Martti Rousi ha iniziato a studiare violoncello all’interno della solida tradizione finlandese. I suoi primi insegnanti sono stati Timo Hanhinen e and Seppo Kimanen. Nel 1979 è entrato alla Sibelius Academy per continuare i suoi studi sotto la guida del Prof. Arto Noras. Ha vinto il primo premio alla Turku cello competition ed è stato invitato come solista da tutte le più importanti orchestre finlandesi. Nel 1985 ha ricevuto la borsa di studio Fulbright per studiare con il Prof. Janos Starker alla Indiana University dove ha vinto il concorso annuale di violoncello.  Fra il 1977 e il 1983 ha seguito regolarmente masterclass con William Pleeth and Valter Deshpalj e ha preso lezioni private da Natalia Gutman. Nel 1986 Rousi ha vinto la medaglia d’argento al VIII Tchaikovsky Competition a Mosca. Da allora ha suonato con le più importanti orchestre scandinave ed europee. Rousi, suonando anche con piccole orchestre, ha un repertorio che abbraccia un arco temporale molto vasto, dal barocco alla musica contemporanea. Neglil anni ’90 Rousi ha suonato in trio con il violinista Leonidas Kavakos e il pianista Peter Nagy. In diversi concerti ha collaborato con pianisti come Olli Mustonen, Kathryn Stott, Henri Sigfridsson, Laura Mikkola, Massimo Somenzi e Juhani Lagerspetz. È anche spesso invitato in moltissimi festival di musica da camera in tutto il mondo. Fra il 1993 e il 2009, Rousi è stato direttore artistico del Turku Music Festival che, in questi anni, ha avuto come ospiti moltissimi artisti leggendari. Nel 20019 è diventato direttore artistico di SIBAFEST, a Helsinki, mentre a cavallo fra il 2010 e il 2011 è stato direttore della Sibelius–series al Verkatehdas di Hämeenlinna. Nel 2012 è diventato direttore artistico di Suvisoitto a Sysmä. Egli è anche spesso chiamato come giudice dei più importanti concorsi violoncellistici internazionali. Dal 1995 Rousi ha insegnato violoncello alla Sibelius Academy di Helsinki. Nel 2016 è stato invitato come “guest professor” alla Shanghai Conservatory of Music. Nel 2010 ha costituito il cello-ensemble Sibelius Academy Cello Virtuosi, formato dai suoi migliori studenti, che da allora si è esibito in molt prestigiosissime sale. Rousi è spesso invitato a tenere masterclass presso moltissime istituzioni musicali di tutti i continenti e tiene corsi regolari alla House of Music di San Pietroburgo. Ha inciso molte composizioni solistiche e da camera per le case discografiche ONDINE e FINLANDIA. Suona un violoncello Carlo Giuseppe Testore del 1690 e un J-B Lefevre del 1760. Il suo arco preferito è l’FX Tourte del 1810.

Laura Martin è uno dei pochissimi musicisti che si sono costruiti da soli il proprio strumento. All’epoca aveva 17 anni e questo violoncello è diventato il suo partner musicale per molti anni. Questa indimenticabile esperienza le ha aperto la strada per una conoscenza molto approfondita del suono. Nata a Parigi nel 1992, Laura Martin ha iniziato a suonare il violoncello in Francia prima di continuare i suoi studi al Brussels’ Royal Conservatory con Marie Hallynck e più tardi con Martti Rousi alla Sibelius Academy di Helsinki. Laura ha partecipato a molto progetti e masterclass ed ha anche collaborato con moltissimi grandi artisti. Con il cello ensembe di Martti Rousi, ha avuto l’opportunità di suonare al Mariinsky Theater di San Pietroburgo e al Teatro Rossini di Pesaro. Molto recentemente, nell’estate del 2018, è stata invitata come Professional Performance Artist alle Boston Music Institute’s 12 Hour Masterclasses con i membri della Boston Symphony Orchestra ed ha quindi partecipato al Music Festival of Santander in Spagna. Vivendo ad Helsinki, Laura spesso collabora con la Helsinki Philharmonic Orchestra e la Finnish Radio Orchestra.   

La città di Helsinki ha sviluppato una zona culturale intorno alla baia Töölönlahti. Questa area è un nuovo tipo di oasi per eventi culturali, artistici e ricreativi. Spazi e strutture sono predisposti per vari concerti all’aperto e altri eventi e attività ricreative. Il parco contiene spazi culturali come la Finnish National Opera, la Finlandia Hall, il Museum of Contemporary Art (Kiasma) e la Music Hall. Oltre a questi, la nuova biblioteca centrale della città: Oodi

CelloFest offre un ricco programma di eventi dedicati al violoncello: dalle matinees (Bach Cello Suites) alle masterclass e ai concerti a tema. In tutte le giornate del Festival sono previsti concerti ed altre attività musicali aperte al pubblico.

Per ulteriori dettagli: INFO