• it
  • en
ACCADDE OGGI - IIl 28 ottobre 1892, muore a Francoforte sul Meno il compositore Felix Otto Dessoff

Giovanni Gnocchi (6)


L’insegnamento e la carriera di interprete ti portano ad essere spesso in giro per il mondo. Quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi di questa situazione? Come ti trovi in questo momento, costretto a stare fermo? E dove sogni di andare, appena sarà possibile farlo?
Confesso che io adoro viaggiare ed essere in giro anche un po’ nomade, si può imparare tanto e al tempo stesso trovare sé stessi. I primi giorni di sosta sono stati un po’ strani ovviamente, per l’incertezza e per l’impossibilitá di poter fare una programmazione mentale, poi mi sono anche io abituato. In questo momento sono in Olanda, a Rotterdam, dove mia moglie suona (spalla dei secondi nella Rotterdam Philharmonic), e anche l’orchestra é ovviamente in pausa fino almeno al 1° settembre: siamo fortunati perché, oltre a poter uscire di casa senza restrizioni, qui abbiamo anche, oltre a quello di Salzburg, un appartamento grande e anche su due piani, per cui possiamo lavorare senza (troppo) il rischio di sbranarci, e se succede ciascuno si ritaglia la sua parte! In questi giorni ho avuto il tempo per riascoltare vecchie registrazioni personali che non si ascoltavano per mancanza di tempo e di coraggio, per ascoltare nuovo repertorio e interpreti che non si conoscono ancora, valutare l’ipotesi di alcuni brani di repertorio suonandoseli un po’ con la dovuta calma che spesso manca, e soprattutto stare molto vicini, personalmente o anche al telefono, ai propri cari: anche questo, spesso, non ci si accorge di quanto poco lo facciamo. Se potessi, ora, andrei al mare! Scherzi a parte, andrei prima dai miei famigliari a Cremona, alcuni hanno avuto il virus e hanno passato giornate difficili, anche se ora per fortuna stanno tutti bene, ma ci terrei, anche magari solo dalla strada al balcone, a vedere i miei genitori. E poi, davvero, abbiamo la fortuna di avere una casa di famiglia a Bonassola, vicino alle Cinque Terre, dove mi sento davvero molto a casa e dove mi sono pure sposato. Ecco sicuramente ci andrei, anche subito… ora!

Grazie per le tue interessanti ed esaurienti risposte! Speriamo che tu possa presto riprendere la tua attività concertistica e di insegnamento, ma soprattutto che tu possa andare presto a rivedere i tuoi genitori e il mare di Bonassola!

 

© Grazie a Luigi Angelucci e Cristian Chiodelli per le foto dell’intervista

Bonassola, Madonnina della Punta