• it
  • en
ACCADDE OGGI - L'8 aprile 1878, nasce a Mosca il compositore Nikolay Potolovsky

Graham Waterhouse


Gentilissimo Maestro Waterhouse, grazie per l’interesse dimostrato per il nostro sito Web, ma soprattutto per aver accettato di rispondere alle nostre domande.
Può darci brevemente alcune informazioni sul suo background, sulla sia vita di musicista, in relazione ai suoi studi e alla sua formazione? C’erano già musicisti o compositori nella tua famiglia?
Sono nato in una famiglia di musicisti nel nord di Londra. Mio padre era un fagottista e mia madre una pianista, che si era formata a Monaco e divenne insegnante di violino. Da bambini, le mie sorelle e io iniziammo presto a suonare strumenti a corda e pianoforte. Nel periodo in cui ero uno scolaretto incline alla musica in una scuola privata di Londra, ho potuto godere di un’ampia educazione musicale. Mentre il violoncello è sempre stato il mio strumento principale, ho anche cantato in un coro, ho imparato a suonare il pianoforte e l’organo, e ho studiato composizione e direzione. All’università, ho studiato composizione e musicologia; alla Hochschulen tedesca ho studiato violoncello, irezione d’orchestra e, per un breve periodo, ho studiato anche il piano. L’ampio campo di studio è stato in parte influenzato da mio padre, che era un eminente fagottista, ma anche un musicista di ampi interessi, che abbracciavano il piano, la viola e la musicologia (più specificamente l’organologia – la storia degli strumenti musicali). Ho sempre perseguito una variegata vita musicale, trovando le diverse discipline complementari tra loro – in particolare violoncello, pianoforte e composizione. Mentre il violoncello e la composizione sono rimasti una costante, ho anche lavorato come direttore e pianista. Negli ultimi anni la composizione è diventata una priorità maggiore.

Perché ha scelto il violoncello come strumento?
Ad essere sincero, quando ero un bambino di sei anni non ho scelto io il violoncello, ma l’ha scelto mia madre, visto che avevo le mani forti e un’apparente affinità per lo strumento.

Chi sono stati i suoi insegnanti più significativi? Ha lavorato con altri musicisti che hanno, ovviamente, influenzato la sua crescita artistica?
I miei insegnanti di violoncello più memorabili sono stati Maria Kliegel, Young-Chang Cho e Siegfried Palm, docenti dotati di una preziosa combinazione di prodezza violoncellista e alto grado di musicalità. Un’altra forte influenza fu Celibidache, che mi incoraggiò come compositore quando suonai sotto la sua direzione con la Schleswig Holstein Festival Orchestra. Durante le conversazioni, alcuni dei miei amici letterari di Londra mi hanno offerto idee stimolanti, così come colleghi musicisti, familiari, editori …

[continua⇒]