• it
  • en
ACCADDE OGGI - Il 7 agosto 1868, nasce a Londra il compositore Grandville Bantock

Martino Olivero (2)


Se le chiedessero di fare un concerto in una scuola elementare, per far conoscere il suo strumento ai bambini, cosa suonerebbe?
Cercherei dei pezzi brevi e dalla struttura semplice, per mantenere viva l’attenzione, come ad esempio il primo capriccio di Dall’Abaco, e altri pezzi classici, come tempi tratti dalle Suite di Bach. Poi, è sempre difficile indovinare cosa potrebbe piacere o no: ogni bambino è un individuo a sè, con i propri gusti e la propria soglia d’attenzione. Una volta, mi è capitato di suonare davanti a una classe il primo movimento della sonata di Hindemith, un pezzo molto aspro come armonie. Ricordo che mi aspettavo indifferenza, distrazione e… il casino più totale da parte dei bambini. Invece sono stati tutti molto attenti e il pezzo è stato molto apprezzato. Non saprei dire se era un caso, ma mi ha portato a pensare che potremmo essere più coraggiosi con le scelte di repertorio per il pubblico più giovane. Ovviamente non voglio dire che bisogna far ascoltare solo Lutoslawski e Xenakis, ma che forse si possono allargare un minimo gli orizzonti degli ascotatori e sperare, per la legge dei grandi numeri, che uno su venti magari si possa interessare…

E se avesse la possibilità di suonare come solista con una grande orchestra, quale concerto sceglierebbe?
Uno dei concerti di Sostakovic ovviamente, ma… non saprei quale scegliere tra i due! Li ho sentiti entrambi da ragazzino e mi sono rimasti impressi nel profondo.

Che violoncello suona e qual è il suo rapporto con il suo strumento? Andate d’accordo o, a volte, lo strumento non risponde alle sue richieste?
Il mio strumento è un Sante Allegri del 1978, lituaio vissuto a Glorie, in provincia di Ravenna. E’ uno strumento dalla voce diretta e potente ed è molto affidabile, non c’è bisogno di troppo sforzo per tirare fuori un suono penetrante, ma allo stesso tempo non soffre se si vuole andare più verso il ponte a scavare il suono.

Quali sono i suoi prossimi impegni e quali i suoi sogni per il futuro?
Per il momento sono impegnato nella ruotine del  musicista appena diplomato: insegno in qualche scuola privata, suono con qualche orchestra e cerco di costruirmi una professionalità in questo ambiente non facile (specialmente in questi tempi di COVID). Anche solo riuscire ad avere una vita più stabile, facendo quello che mi piace per me in questo momento è  l’obbiettivo principale, e di questi tempi sarà ancora più difficile del normale.

E speriamo che la stabilità possa arrivare presto, nella vita di noi tutti… grazie mille per la sua disponibilità e in bocca al lupo per il suo futuro!