• it
  • en
ACCADDE OGGI - Il 16 ottobre 1852, nasce a Maastricht il compositore Joseph Hollman

Harmonic Platform VoxLion®: la soluzione nuova ad un problema antico


 

L’Illustrated London News del 27 giugno 1846, a corredo della recensione di un articolo sui concerti della Musical Union, pubblica una bella incisione: da sinistra Henry Vieuxtemps, Deloffre, Hill e il violoncellista Alfredo Piatti, seduto su un alto sgabello e con i piedi appoggiati ad una rudimentale pedana.

Sempre sull’Illustrated London News, il 2 marzo 1872, ritroviamo Alfredo Piatti che suona in quartetto. Sono passati quasi 26 anni, Piatti è ormai un violoncellista affermato e suona ai Popular Concerts con Lady Norma Neruda, Louis Ries e Ludwig Straus. Il suo violoncello è uno Stradivari e la pedana appare decisamente più elegante della precedente, che ritroviamo ancora utilizzata ai Popular Concerts del 1885, quando, a fianco di Piatti si trovano il violinista Joseph Joachim , il violista Ludwig Straus e i pianisti Arabella Goddard e  Julius Benedict.

Di fronte a queste immagini, un violoncellista attento ai dettagli non può non stupirsi. Che Piatti suonasse senza puntale, anche quando già moltissimi altri violoncellisti lo usavano normalmente, è una notizia abbastanza nota, ma che suonasse seduto su uno sgabello alto, appoggiando i piedi su una pedana, appare abbastanza strano.

Ancora oggi i violoncellisti, suonano su una pedana, ma sulla pedana viene collocato anche lo sgabello su cui il violoncellista si siede, ed è molto raro che, suonando in quartetto, un violoncellista usi una pedana. La pedana, oggi, si usa prevalentemente quando un violoncellista suona da solista con l’orchestra. La sua funzione è infatti potenziare il suono del violoncello, ma anche consentire al violoncellista (ovviamente seduto) di avere ben centrato nel suo campo visivo il direttore (che sta in piedi su una pedana).

E’ chiaro quindi che le due immagini di Piatti suscitano degli interrogativi. Perché gli serve amplificare il suono del violoncello suonando in quartetto? E perché usa una pedana solo per i piedi?

Cercando delle risposte a queste domande, ci imbattiamo in due dipinti che presentano entrambi uno strano strumento, un po’ viola da gamba e un po’ violoncello. Lo strumento è senza puntale ed è appoggiato ad uno sgabellino. Un secolo separa un dipinto dall’altro, ma la somiglianza dei due dipinti è impressionante. Sembra che lo sgabellino sia sempre quello, così come identici sono due dei soggetti dipinti. [continua⇒]

                                David Teniers the Young                                                                                    Jаn Jozef II Horemans
                                  (Flemish, 1610-1690)                                                                                       (Belgium, 1714-1790)