• it
ACCADDE OGGI - L'8 aprile 1878, nasce a Mosca il compositore Nikolay Potolovsky

Ana Topalovic (2)


Quando e perché ti è venuta l’idea di dare lezioni online, tramite skype?
Una mia studentessa si stava trasferendo in Germania, e mi ha chiesto se sarei stata disposta a tenere le sue lezioni via Skype. Ha funzionato benissimo, anche 8 anni fa. Inoltre, quando viaggio e seguo corsi di perfezionamento, incontro molti studenti che vorrebbero continuare a studiare con me, ma non possono permettersi di venire a Vienna. Tutto ciò mi ha spinto ad avviare una scuola online, e da allora mi ha dato molte soddisfazioni.

Quali sono i vantaggi di questo tipo di insegnamento e quali sono i limiti?
Ci sono molti vantaggi: puoi stare comodamente a casa tua, non devi pagare per costosi biglietti aerei (2 di essi per ogni lezione!) o per un hotel. La connessione a Internet e le attrezzature (anche le più semplici) funzionano oggi così bene che mi mettono in grado di ascoltare anche sfumature molto fini di suono. E viceversa. La maggior parte degli smartphone è sufficiente, non è nemmeno necessario acquistare apparecchiature aggiuntive. Ho un sistema di programmazione flessibile e una politica di cancellazione molto onesta. Costa meno di una masterclass o di una lezione standard. Tutti, in tutto il mondo, sono i benvenuti.
L’unico svantaggio è che non è ancora possibile ancora suonare insieme, perché c’è un breve ritardo. Ma spero molto che questo problema possa essere risolto nel prossimo futuro.

Secondo te, ci sono composizioni che, in ogni caso, un insegnante dovrebbe includere nel corso degli studi dei suoi studenti, oppure è necessario selezionare per ogni studente un percorso diverso adatto a rafforzare i punti deboli e migliorare i punti di forza di ciascuno ?
Esistono molti metodi, tecniche, studi, pratiche che possiamo usare per creare un programma individuale per ogni studente. Scegliere il percorso per ognuno è molto importante, la cosa più importante nell’insegnamento, per rispettare e coltivare l’individualità dei tuoi studenti. Ciò significa anche offrire loro un ampio spettro di repertorio e più di una soluzione a un problema.

È utile partecipare a concorsi durante il periodo di studio?
Non spesso, ma in alcuni casi sì.

Quando uno studente inizia a suonare con altri musicisti, quali sono le difficoltà da superare?
Principalmente il suo ego. Nell’iniziare a suonare in un ensemble, la cosa più difficile è combinare l’originalità di una prestazione individuale convincente con il senso dell’insieme.

Quali sono i tuoi progetti musicali per il 2020?
Eseguirò un po’ di Beethoven con il mio duo, il fisarmonicista Nikola Djoric e l’attrice Chris Pichler. Per me inizia una nuova serie di concerti, organizzo il mio festival a Vienna in autunno, eseguo il mio nuovo programma da solista “Bachiana”, ho in programma anche alcune esibizioni con la ballerina Rosalie Wanka, ma sono impegnata anche ad insegnare online e organizzare concerti di classe.

Grazie mille per la tua disponibilità e gentilezza. Buona fortuna con i tuoi sogni musicali!