• en
  • it
ACCADDE OGGI - Il 18 agosto 1750, nasce a Legnago il compositore Antonio Salieri

TEC EUROLAB: Evento “Uno sguardo nuovo su un patrimonio artistico”


Scanner NSI X7000 con cello David Tecchler in scansione durante il workshop

Il 30 marzo scorso, a Campogalliano, in provincia di Modena, si è tenuto presso la sede di TEC Eurolab, azienda dedicata allo studio dei materiali attraverso le più alte tecnologie, il primo workshop di carattere informativo, culturale e scientifico dal titolo “Uno sguardo nuovo su un patrimonio artistico” dedicato all’ analisi di strumenti antichi attraverso le più sofisticate tecnologie strumentali.
Il workshop è stato caratterizzato da un’indagine tomografica su due strumenti musicali antichi: il Violino Carlo IX di Andrea Amati e la Chitarra “Sabionari 1679” di Antonio Stradivari. Questa analisi ha rappresentato un’opportunità per conoscere le potenzialità dello strumento tomografico a beneficio del lavoro di liutai, musicisti, collezionisti, restauratori, responsabili di case d’asta e di strutture musicali.
È stata una giornata all’insegna dell’arte, un incontro tra musica e tecnologia, approfondendo quanto sia prezioso il contributo della tecnologia moderna nel ricostruire la storia e lo stato di conservazione di uno strumento artistico e antico.
L’evento ha permesso il confronto tra gli esperti del settore tomografico e quelli del campo musicale, favorendo uno scambio reciproco di opinioni, visioni e prospettive sul tema della conservazione degli strumenti antichi e dell’arte in generale. Il workshop è stato organizzato in collaborazione con lo studio di liuteria e restauro di Francesco Piasentini, che dal 2014 collabora con Tec Eurolab nello sviluppare applicazioni della tomografia industriale agli strumenti ad arco.
Nella valutazione dello stato di salute di uno strumento ad arco risulta fondamentale conoscere lo stato di conservazione delle varie parti che lo compongono. Nella sede di Campogalliano (Mo) operano due tomografi North Star Imaging: NSI X5000 ed NSI X7000.Due unità multirisoluzione, particolarmente flessibili nel gestire le diverse tipologie di indagine, come un’area singola oppure uno strumento completo.Tec Eurolab è l’unica azienda in Italia che può scansionare un violoncello completo con una risoluzione di partenza di 140 microns. Un tomografo industriale è composto da tre elementi: una sorgente di raggi X, un detector ed un piatto rotante. L’oggetto da analizzare viene fissato al tavolo rotante e vengono eseguite una serie di radiografie con l’oggetto in rotazione.
Le immagini radiografiche sono poi state elaborate da un calcolatore per ricostruirne un volume virtuale composto da singoli elementi di volume (o voxel), ad ognuno dei quali viene assegnato un livello diverso di grigio. Quest’ultimo è legato all’attenuazione dei raggi X avvenuta in quel punto. Nel caso degli strumenti ad arco, realizzati nella gran parte in legno, a diversi livelli di assorbimento corrisponde una diversa densità del materiale. Come nel caso di una TAC medica, con la Microtomografia è possibile ottenere infinite sezioni dell’oggetto scansionato, diagnosticando con risoluzioni inferiori a 100 microns (0,1 mm) la presenza di difetti o precedenti interventi di restauro. Uno dei punti di forza degli scanner NSI X5000 ed X7000 è la velocità: è possibile eseguire la scansione di un violino o di un violoncello nel giro di poche ore. Questo consente a musicisti, liutai, dealer e collezionisti di avere subito un responso circa lo stato di conservazione dei loro strumenti.
Questi alcuni commenti all’evento, descritto da chi ha organizzato e da chi ha partecipato come osservatore interessato:
Paolo Moscatti – Presidente TEC Eurolab – ha così spiegato il duplice aspetto della giornata vissuta “Giornata magnifica, perché ha un doppio aspetto. Uno tecnologico ovvero aiutare i liutai a capire meglio l’arte dei loro predecessori, dei loro maestri, come lavoravano il legno, quali segni hanno lasciato, qual è l’integrità di strumenti realizzati centinaia di anni fa, e poi ce n’è un altro al quale teniamo tantissimo, che è questa congiunzione tra l’ingegno umano, che si può esprimere attraverso l’arte o attraverso la tecnologia.”
Martina Vincetti – Referente Tomografia TEC Eurolab – “TEC Eurolab ha deciso di organizzare questo evento dedicato alla liuteria in collaborazione con lo studio di Francesco Piasentini, per far vedere un altro lato della tomografia industriale. Si pensa sempre che la tomografia industriale sia applicata solamente a componenti dell’ambito automotive, biomedicale o aerospaziale, ma invece può dare grandissimi risultati anche nel campo dei beni artistici e culturali.”
Francesco Piasentini – Violin Maker, ICT Consultant – “La tomografia ha dato oggi una luce nuova ad un ambito meraviglioso come quello degli strumenti ad arco antichi, ha potuto dare una prospettiva nuova, proprio perché è una tecnologia che riesce ad andare ad indagare in modo incredibile sugli strumenti ad arco.” Eric Blot – Violin Maker, Expert – “L’evento di oggi è sicuramente stato molto interessante visto che sono tutti gli operatori più importanti del settore nostro, che hanno potuto dare la loro opinione su questo nuovo attrezzo della tomografia che per noi è fondamentale.”
Fausto Cacciatori – Conservatore Museo del Violino – “Lascio questa mattinata con un obiettivo, che è quello nel più breve tempo possibile di avere tutto il patrimonio del nostro museo, accompagnato con le immagini che si possono realizzare attraverso la tomografia.”
Parallelamente all’evento, è stata inaugurata la mostra del Maestro Gelindo Baron “La Musica della Vita”, con 12 opere olio su tela, molte delle quali con richiami alla musica, in particolare, al violino. “Ogni singola opera è un capolavoro in cui colore e luce s’intrecciano con un ritmo sempre nuovo ma allo stesso tempo antico”.
TEC Eurolab è stata costituita nel 1990 con l’obiettivo, al tempo, di fornire prove di laboratorio sui materiali utilizzati dalle aziende manifatturiere. Seguendo l’evoluzione tecnologica dei materiali, dei processi e delle relative applicazioni industriali, l’originale laboratorio si è sviluppato fino a diventare, oggi, un centro servizi di eccellenza che si caratterizza per competenze e dotazioni tecnologiche d’avanguardia. Le competenze di TEC Eurolab distintive riguardano i materiali, i processi ad essi applicati e i metodi necessari a ottenere, valutare e validarne le caratteristiche idonee ad un corretto utilizzo. L’ azienda con oltre 2.500 clienti in tutto il mondo di settori eterogenei, svolge la propria attività da oltre 27 anni di attività, investe il 20% del proprio fatturato in nuove tecnologie e R&D, è caratterizzata da una struttura di 4.500 metri quadrati, vede nel proprio organico 90 dipendenti con un’età media che supera i 33 anni.
Tec Eurolab: indirizzi e contatti
Sede centrale: TEC Eurolab Srl – Via Europa 40, 41011 Campogalliano (Modena), Italia

Sede Operativa: Via Ruggiero Grieco, 91, 41011 Campogalliano (Modena), Italia
Telefono: +39 059 527775
Fax: +39 059 527773
Sito web: https://www.tec-eurolab.com/
E-mail: info@tec-eurolab.com