ACCADDE OGGI - Il 21 giugno 1893, nasce a Vizovice il compositore Alois Hába

Valérie Aimard


La violoncellista francese Valérie Aimard, dopo l’avventura di Cello Kids, canale dedicato all’insegnamento del violoncello, ha creato un canale dedicato al violoncello solo, e accetta volentieri di parlarne con noi.

Come è nata l’idea di creare un canale YouTube dedicato esclusivamente ai brani per violoncello solo?
Suonare il violoncello è la mia passione nella vita e studiare nuovi lavori, imparare nuovo repertorio è quasi il mio hobby! Nel 2017 ho suonato per la prima volta in concerto le Suites di Bach complete. Dopo questo risultato, dovevo intraprendere un altro grande progetto. È apparso questo desiderio abbagliante di riunire e registrare i brani per violoncello che ho sempre suonato e che amo suonare. Sono stato completamente abitato da questo progetto, con la necessità di realizzarlo. Ho lavorato davvero tanto in questi 2 anni per registrare questo repertorio molto impegnativo, davanti a 3 telecamere e una collezione di microfoni! Ciò rappresenta 18 giorni di registrazione, centinaia di ore di ascolto e montaggio. Alcuni pezzi contemporanei sono molto spettacolari e quasi coreografici, avevo questo desiderio di video, musica visiva con illuminazione specifica. Era impossibile pubblicare 5 ore di musica per violoncello solo su DVD! La creazione di un canale YouTube per avere alta visibilità e facile accesso è stata l’unica soluzione possibile.

Avevi già questi brani nel tuo repertorio o li hai cercati, trovati e studiati appositamente per questo progetto?
Non ho imparato nessun nuovo pezzo. Avevo tutti i brani nel mio repertorio e li avevo anche già suonati tutti in concerto. Alcuni brani li ho imparati quando ero studente, altri più recentemente lungo il percorso della mia vita, il mio percorso da violoncellista. Ho fatto una selezione rigorosa, ho lasciato da parte una lista di pezzi molto interessanti, ma era importante scegliere con cura e sapere quando fermarsi. Un altro violoncellista avrebbe scelto brani completamente diversi, e questo rende questa selezione molto personale.

Nel pubblicarli, hai seguito un ordine logico particolare?
Sì, ci ho pensato attentamente in modo che tutto avesse un significato. È una forma ad arco. Il primo e l’ultimo video sarnno Sacher Variation di Witold Lutoslawski: uno nella sua versione originale, l’altro in una versione mimata e cantata senza violoncello! Il canale si conclude con la musica francese che è la mia “musica nativa”: Henri Dutilleux, Jean Louis Florentz, Guy Reibel e una versione teatrale della Sonata di Debussy. Si alternano brani barocchi ancora eclissati dalle Suites di Bach: Ricercare di Degli Antonii e Gabrielli, Caprices di Dall’Abaco. Queste sono le radici delle opere dei secoli successivi ed erano musica contemporanea ai loro tempi! Ho collegato brani di epoche o stili molto diversi che hanno delle somiglianze: la monumentale Sonata di Kodaly con i brani furtivi e toccanti di Kurtag, le Fantasies per flauto di Telemann (unica trascrizione) e Per Slava di Penderecki, composto nella stessa forma di libera improvvisazione spesso usata da compositori-violoncellisti: Franchomme, Piatti, Cassado. Sotto i video potete leggere le mie note personali sui lavori. Alcune molto preziose come le nostre sessioni di lavoro con György Kurtag e Guy Reibel. Ricordi di concerti, incontri significativi con grandi musicisti, o la mia immaginazione per certi brani. Una storia di 30 anni trascorsi con il mio violoncello: un’autobiografia in musica!

Quali sono stati quelli più apprezzati dal pubblico?
At the moment, Franchomme’s Caprice in B minor is attracting the most views. It is a magnificent piece, the sound of the cello is so deep and melancholic, almost like in Chopin’s music. The first pieces composed for the cello solo in 1680, the Ricercare by Degli Antoni have been published recently and are still rather unknown to cellists. They have got a lot of views too. The interest is similar for the other pieces whatever the era: Gabrielli, Piatti, Kodaly, Reger, Penderecki, Ligeti, Britten. Only Cello has not yet found the same audience as Cello Kids, dedicated to teaching repertoire, which has 700,000 views. The 2 channels represent 200 recorded works: a cello encyclopedia. I hope Only Cello will find its audience: so many pieces for solo cello together, it has no equivalent on the Web. It is such an accomplishment!
Al momento, il Capriccio in si minore di Franchomme sta attirando il maggior numero di visualizzazioni. È un pezzo magnifico, il suono del violoncello è così profondo e malinconico, quasi come nella musica di Chopin. I primi brani composti per violoncello solo nel 1680, i Ricercare di Degli Antoni, sono stati pubblicati di recente e sono ancora piuttosto sconosciuti ai violoncellisti. Hanno anche molte visualizzazioni. L’interesse è simile per gli altri brani di qualsiasi epoca: Gabrielli, Piatti, Kodaly, Reger, Penderecki, Ligeti, Britten. Only Cello non ha ancora trovato lo stesso pubblico di Cello Kids, dedicato al repertorio didattico, che conta 700.000 visualizzazioni. I 2 canali rappresentano 200 opere registrate: un’enciclopedia del violoncello. Spero che Only Cello trovi il suo pubblico: tanti brani per violoncello solo insieme, non ha equivalenti sul Web. È un tale risultato!

Quale di queste composizioni ti piace di più e per quali motivi?
Gli Haikus di Guy Reibel, composti appositamente per me su poesie giapponesi con mimo, sono i brani che amo di più. È Valérie Aimard al 100%! La Sonata di Kodaly e le 3 Strophes sur le nom de Sacher di Dutilleux sono per me i due brillanti capolavori del XX secolo. Mi sento molto vicino a questi pezzi lirici, epici e altamente poetici. L’idea audace della scordatura offre una sonorità di rara profondità e apre possibilità armoniche inesplorate. Amo la costruzione drammatica della 1st Suite di Britten, la tragedia della 1st Suite di Weinberg, la solitudine della Canzona della 1st Suite di Bloch… In verità è difficile avere una preferenza, perché uno dei miei criteri di selezione è stato credere profondamente nella contenuto musicale delle opere. È emozionante passare da uno stile all’altro e ritrovare le caratteristiche armoniche, strumentali ed espressive di ciascun compositore.

Il tuo progetto può considerarsi completo o hai intenzione di pubblicare altri pezzi?
Sì, il progetto è completo: il 65° e ultimo video sarà online il 13 aprile 2022! È un grande traguardo personale che mi dà molta soddisfazione, anche un certo orgoglio. Prima di iniziare avevo una visione totale del repertorio che volevo registrare e al traguardo corrisponde esattamente. Ho rinunciato solo alla formidabile Sonata di B. A. Zimmermann, che ho sostituito con i 4 Studi brevi! Dopo aver completato questa grande avventura, ho sentito fortemente che era giunto il momento di registrare le Suite di Bach. Sarà su CD, la registrazione è prevista per il 2022.

Grazie, Valerie, per averci parlato del tuo bellissimo progetto e buona fortuna con la registrazione delle Suites di Bach!

9 marzo 2022

Copyright 2023 | Privacy Policy | Cookie Policy | Credits