• it
  • en
ACCADDE OGGI - Il 16 ottobre 1852, nasce a Maastricht il compositore Joseph Hollman

Consigli di lettura

30/03/2019

Rino Maione, Il Concerto per violoncello e orchestra

“La scelta delle opere è stata compiuta in forza di due criteri: l’uno che prende atto dell’eccezionale valore intrinseco di alcune di esse, l’altro che guarda all’accentuato processo evolutivo”

23/03/2019

Roberto Soldatini, La musica del mare

“Prima di cena c’è stato un concerto con la Suite n.1 per violoncello solo di Johann Sebastian Bach, la “Suite onda”, quella che più di ogni altra mi fa pensare al mare.”

04/03/2019

Steven Galloway, Il violoncellista di Sarajevo

Si abbattè urlando, fendendo l’aria e il cielo senza sforzo. Un bersaglio si ingrandì, messo a fuoco dal tempo e dalla velocità”

09/12/2018

Robert Schumann, Consigli ai giovani musicisti o regole di vita musicale – Rivisti e commentati da Steven Isserlis

“Con una libbra di ferro, che praticamente non costa nulla, si possono costruire migliaia di molle per orologi, che valgono una fortuna. Fai fruttare il talento che hai ricevuto dal Signore!”

07/09/2018

Marc D. Moskovitz, R. Larry Todd, Beethoven’s Cello: Five Revolutionary Sonatas and Their World

“Dunque, quale fu la relazione di Beethoven con il violoncello? Benchè non fosse un violoncellista, egli trascorse una parte del suo periodo di formazione musicale nell’orchestra della corte di Bonn”

20/06/2018

Gabriele Rinaldi, La botanica della musica

“Cosa sarebbe la musica se non vi fossero magnifici legni che, grazie alla sapienza del liutaio, domano il rumore, le vibrazioni, gli attriti e i battiti e li rendono suono?”

30/05/2018

GIOVANNI LUCCHI, Nell’arco di una vita

“Un liutaio può realizzare il più bel violino del mondo ed un archettaio il più bell’archetto, ma se per caso il legno non è esattamente come dovrebbe essere, tutta l’opera è inutilizzabile …”

28/01/2018

Wolf Wondratschek, Mara

“Voglio raccontarvi una storia, la mia storia, se mi è concesso, la storia di un violoncello. Perché questo sono, un violoncello. Posso presentarmi? Il mio cognome è Stradivari.”